X
MESSINA (Isole Eolie, Taormina, Savoca)

Messina e lo Stretto sono una cosa sola. Lo Stretto è incontro di mari che diventano fiume; di alti monti e lagune che stringono un mare ribollente tra gorghi, impossibile da imbrigliare.
Messina è crocevia di un traffico intensissimo da e per il continente, e anche per questo non è città che si sveli agli occhi del turista distratto. Essa svela una straordinaria ricchezza d’arte, di civiltà e di tradizioni.

In poco tempo si raggiungono Taormina e Milazzo, Tindari e le Isole Eolie, il versante nord dell’Etna e i boschi dei Nebrodi.
A pochi passi dallo stretto che separa la Sicilia dalla penisola italiana, su una terrazza naturale che guarda verso il mar Ionio, sorge la splendida Taormina, l’antica Tauromenion.
Col suo aspetto di borgo medievale, la sua antica anima greca, i colori e i profumi della vegetazione mediterranea, Taormina è uno dei luoghi da visitare più belli al mondo. E il clima della Sicilia la rende una meta ideale in ogni periodo dell’anno.
Non si può non rimanere affascinati dall’immensa bellezza di questo luogo, come accadde a Johann Wolfgang von Goethe, quando nel suo viaggio in Italia visitò il teatro greco (III a.C.), simbolo della città.
Immerso tra cipressi e piante di fichi d’india, con la cavea scavata nella roccia, il teatro ellenistico di Taormina, trasformato in arena dai romani offre uno spettacolare panorama sul mare turchese fin sulle coste della Calabria, sulla città di Siracusa e sulla fumante vetta dell’Etna.

Indubbiamente Taormina è anche mare e spiagge e durante la bella stagione, non si può resistere a un bagno rinfrescante nelle acque trasparenti di Giardini Naxos o delle spiagge di Mazzarò, a cui si arriva con una funivia, di Mazzeo e di Lido Spisone, dove la sera c’è anche una discoteca.

L’altra spiaggia è quella di Isola Bella, una piccolissima isola situata nella Baia di Taormina, collegata alla terraferma da un lembo di terra, visibile con la bassa marea. E’ un’oasi naturale protetta che regala scorci naturalistici impareggiabili.

Da giugno ad agosto è in programma la rassegna Taormina Arte che prevede un ampio cartellone con spettacoli di musica, teatro e danza. Inoltre a Giugno si svolge il Taormina FilmFest, una delle più importanti
Kermesse italiane sul cinema, con ospiti internazionali.

Uno spettacolo unico al mondo. La riserva delle Gole dell’Alcantara è un luogo imperdibile e meraviglioso, un vero e proprio canyon originato da antichissime colate laviche solcate al centro dalle acque gelide del Fiume Alcantara.

Quelle dell’Alcantara sono vertiginose gole naturali alte fino a 25 metri e attraversate dalle acque del gelido fiume Alcantara. Le Gole sono caratterizzate da formazioni rocciose asimmetriche dalle forme bizzarre. Tutto questo si è realizzato in migliaia di anni con il raffreddamento della lava incandescente a contatto con l’acqua che ha formato pareti di prismi balsamici.

A pochi chilometri da Taormina, arroccato sopra un colle roccioso, circondato da agrumeti, vigneti e uliveti, sorge il paese di Savoca, un piccolo borgo medioevale che nel 2008 è stato inserito tra i borghi d’Italia più belli.
Qui il tempo sembra essersi fermato, si ha quasi la sensazione di essere stati catapultati nel passato, circa cinquanta anni fa, quando le automobili ancora non circolavano e la vita scorreva lenta e armoniosa. Una passeggiata lungo le semideserte stradine del centro storico, circondate da antiche costruzioni, apre le porte a panorami che non possono lasciare indifferenti: lo sguardo spazia attraverso l’immensa e verdeggiante boscura, fino a perdersi all’orizzonte dove spicca maestoso il golfo di Taormina. Il tutto accompagnato da una pace ed un silenzio quasi mistico, come a volere conciliare l’ammirazione per lo splendido spettacolo della natura. Una città d’arte, forse poco conosciuta, che tuttavia deve la sua fama al celeberrimo film “Il Padrino” di Francis Ford Coppola.

Capo d’Orlando, altra meta turistica e rinomata, si colloca sulla costa settentrionale sicula, con la visuale delle Eolie, fra Capo Calavà e Cefalù.
Ci sono almeno tre punti, quasi osservatori astronomici, da cui puoi godere la vista dei paesaggi da cartolina che Capo d’Orlando può offrirti. Il primo da Scafa alta, lo sguardo domina il mare azzurro, la baia con il porto, intravedi uno scorcio del borgo S. Gregorio, vai oltre, i faraglioni, ancora insenature, il cono all’ingiù del Capo; a destra, quasi all’orizzonte le sagome delle Eolie, con Vulcano e Lipari quasi attaccate, Salina, Filicudi e Alicudi lontane.
L’arcipelago Eoliano è di origine vulcanica come testimoniato dalle sorgenti di acqua calda sottomarine e i fanghi termali di grande affetto terapeutico.

Alicudi è la più lontana e meno abitata delle Eolie, già chiamata Ericusa, a motivo delle piante di erica, una specie arborea che tuttora vi abbonda. Qui niente elettricità, quindi cena a lume di candela nelle case dei pescatori, per poi uscire in riva al mare per ammirare le stelle.

Filicudi deriva dall’originale Phenicusa, significa ricco di felci. Si chiama Fossa delle Felci il suo vulcano spento, dalla sommità della quale, a 774 metri, si gode un incomparabile panorama mozzafiato delle altre Eolie. Qui come ad Alicudi si vivono i ritmi di una giornata silenziosa, senza il rumore assordante di automobili o motorini, ma soltanto i rumori della natura incontaminata.

Lipari è’ l’isola maggiore dell’arcipelago Eoliano. La cosa che più di tutti si nota raggiungendo Lipari è la distesa bianca dei giacimenti di pomice, dono del vulcano Monte Pelato.

Panarea, l’antica Hjcesia è l’isola più piccola dell’arcipelago Eoliano. Fanno cornice a Panarea i vicini isolotti di Lisca Bianca, Lisca Nera, I Panarelli e le Formiche. Del vulcano originale rimane solo una piccola parte poiché nei millenni ha subito diversi sprofondamenti che hanno ridotto la primitiva superficie. Sul vicino scoglio di Basiluzzo, sono state rinvenute importanti testimonianze edilizie del periodo romano. Oggi Panarea è un rinomato centro turistico di fama internazionale.

Salina, dopo Lipari, è la seconda isola in fatto di estensione. Caratterizzata da due grandi coni vulcanici oramai spenti quasi uguali nella forma, Fossa delle Felci e Monte dei Porri da qui il suo antico nome: Didjme (gemelli). Quello attuale deriva da un laghetto dal quale si estraeva il sale usato per la conservazione dei capperi e del pesce.
Salina è l’isola più fertile delle Eolie e qui si raccolgono le uve pregiate da cui si ricava la famosa “Malvasia delle Eolie”, un vino passito di sapore dolce. Grande importanza ha anche la coltivazione dei Capperi esportati in tutto il mondo.

L’Isola di Stromboli è la più originale delle Eolie. Il suo vulcano attivo è alto circa 920 metri sul mare e i suoi fondali sono molto profondi, 1200 metri circa. Le colate laviche s’incanalano lungo una strada scoscesa verso il mare chiamata Sciara del Fuoco. Stromboli è l’unico vulcano in Europa e uno dei pochi al mondo in attività eruttiva permanente. E’ per questo motivo che l’isola era chiamata nell’antichità Faro del Tirreno.
Vulcano, l’antica Hierà (sacra), un tempo dimora del Dio del Fuoco, è l’isola più a sud dell’arcipelago e la più vicina alla Sicilia. L’attività vulcanica di quest’isola fu nota fin dall’antichità ai Greci e ai Romani, che ne furono fortemente impressionati. L’ultima violenta esplosione avvenne nell’agosto del 1888 e durò fino al marzo del 1890. Questo tipo di attività vulcanica fu caratterizzata dall’esplosione del tappo che ostruiva il condotto e dal lancio di bombe laviche dette a Crosta di Pane.

I NOSTRI PRODOTTI

Capperi, Malvasia, Marmellate, Condimenti, Caramelle Artigianali, Caponata, Pomodori Secchi, Conserve di Melanzane, Pasta con Sarde, Pesce Spada, Miele, Torrone.

COME RAGGIUNGERE MESSINA
COME RAGGIUNGERE TAORMINA
COME RAGGIUNGERE LE ISOLE EOLIE
STRUTTURE CONSIGLIATE
Le due Sicilie
Le due Sicilie
Le due Sicilie
Le due Sicilie
Prodotti Tipici di Qualità
Prodotti Tipici di Qualità
Le due Sicilie
Prodotti Tipici di Qualità
Capo d'Orlando

Utilizzando il sito leduesicilie.eu accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi